Tutela sanitaria

NORME GENERALI

Nel modulo di affiliazione il Presidente/Legale rappresentante della Società sportiva dichiara, tra l’altro, di essere a conoscenza delle norme sulla tutela sanitaria e delle relative deliberazioni del Consiglio nazionale del CSI.

Analoga dichiarazione è contenuta nei moduli di iscrizione alle attività sportive.

Visite mediche

Il Consiglio nazionale del CSI ha deliberato la qualificazione delle attività sportive, secondo lo schema seguente:

▪ per le attività sportive rientranti fra quelle qualificate come "non agonistiche", risulta sufficiente che l’atleta sia sottoposto a visita medica presso il medico o pediatra di base (o anche da un medico specializzato i medicina dello sport o da un medico della Federazione Medico Sportiva Italiana del CONI) che ne accerti l’idoneità alla pratica di attività sportiva non agonistica. Ai fini del rilascio del certificato medico di idoneità alla pratica sportiva non agonistica, è necessario quanto segue:

1) L'anamnesi e l'esame obiettivo, completo di misurazione della pressione arteriosa;

2) Un elettrocardiogramma a riposo debitamente refertato effettuato almeno una volta della vita per coloro che non hanno superato i 60 anni di età e che non hanno patologie comportanti un rischio cardiovascolare;

3) Un elettrocardiogramma basale debitamente refertato con periodicità annuale per coloro che hanno superato i 60 anni di età e che associano altri fattori di rischio cardiovascolare;

4) Un elettrocardiogramma basale debitamente refertato con periodicità annuale per coloro che, a prescindere dall’età, hanno patologie croniche conclamate, comportanti un aumentato rischio cardiovascolare.

▪ per le attività sportive rientranti fra quelle qualificate come “agonistiche”, gli atleti dovranno sottoporsi alla visita di secondo livello che è quella prevista dalla normativa sulle attività agonistiche, da effettuarsi presso un medico specializzato in medicina dello sport.

Il certificato ha la validità di un anno dal suo rilascio (non coincide quindi necessariamente con la durata della tessera del CSI) e deve essere in possesso della Società prima dell’emissione della tessera. Lo stesso poi va conservato, a cura del Presidente/Legale rappresentante della Società, per cinque anni.

 

Defibrillatori semiautomatici

In seguito all’entrata in vigore del Decreto del 24/04/2013 (pubblicato su Gazzetta Ufficiale il 20 luglio 2013), le Società e le Associazioni sportive devono:

1) dotarsi di defibrillatore semiautomatico e aver cura della sua manutenzione, secondo le seguenti modalità:

- a proprio carico

- associandosi con altre Società sportive che operano nello stesso impianto sportivo

- demandando gli oneri al gestore dell’impianto sportivo attraverso un accordo tra le parti che ne definisca le responsabilità di uso e gestione

2) garantire nel corso delle gare e degli allenamenti la presenza di personale formato e pronto a intervenire (i corsi saranno effettuati dai centri di formazione accreditati presso le Regioni e prevedono un richiamo formativo ogni due anni)

Il defibrillatore dovrà essere posto in un luogo facilmente accessibile, adeguatamente segnalato ed essere sempre perfettamente funzionante.

Per le Società professionistiche l'obbligo di dotazione dei defibrillatori semiautomatici è già entrato in vigore (dal 20 gennaio 2014), mentre per tutte le altre associazioni e società sportive dilettantistiche l’obbligo entrerà in vigore a partire dal 20 gennaio 2016.

 

ATTIVITÀ AGONISTICHE E NON AGONISTICHE

Attività agonistiche

In base a quanto deliberato del Consiglio nazionale del CSI, sono considerate agonistiche tutte le attività sportive dal compimento del 12 anno di età, fatto salvo:

- le attività dichiarate "non agonistiche":

AEROMODELLISMO

ESCURSIONISMO/TREKKING

AUTOMODELLISMO

AUTORADUNI

BILIARDO

BIGLIARDINO

BOCCE

BOWLING

BIRDGE

BURRACO

CICLOTURISMO

DAMA

DANZA SPORTIVA

GOLF

MARCIA NON COMPETITIVA

MOTORADUNI

PESCA SPORTIVA

SCACCHI

TWIRLING

YOGA

In aggiunta: 

- Le attività organizzate e svolte da una società sportiva esclusivamente per i propri tesserati (es. tornei interni, attività di ginnastica, giochi e gare sociali) ancorché utilizzino supporti "tecnici" (es.: arbitri) del Comitato territoriale CSI

- Feste sportive, attività estemporanee ed occasionali, di carattere ludico e promozionale, anche svolgentisi in più giorni (sino a sette)

- Attività per disabili

- L'attività degli arbitri e giudici di gara

 

Vi ricordiamo che per tutti i soci CSI di Firenze è attivo presso il presidio della Misericordia di Firenze di Via del Sansovino, il servizio di Medicina Sportiva di I e II livello, diretto dal Dott. Guerrisi. Per info su prezzi ed orari vi rimandiamo al pdf qui sotto: